informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cos’è e come si manifesta il “binge eating”?

Commenti disabilitati su Cos’è e come si manifesta il “binge eating”? Studiare a Siracusa

Esiste un problema legato al comportamento alimentare che prende il nome di binge eating, ovvero disturbo da alimentazione incontrollata. Rispetto ad altri disturbi dell’alimentazione che sono maggiormente frequenti nella popolazione femminile, il binge eating si manifesta in alta percentuale anche tra gli uomini.

Dal momento che l’Università online Niccolò Cusano di Siracusa presta molta attenzione a questi temi, il nostro staff ha deciso di dedicare un approfondimento al binge eating.

Binge eating: cos’è e come si manifesta

Cos’è il binge eating? Con questo termine inglese si indica un disturbo da alimentazione incontrollata. Tra i disturbi alimentari, il binge eating si manifesta quando si è in presenza dei seguenti sintomi:

  • episodi ricorrenti di abbuffate associati a comportamenti quali mangiare molto più velocemente del normale, mangiare fino a sentirsi spiacevolmente pieni, ingerire grosse quantità di cibo sia in presenza che in assenza di appetito e mangiare in solitudine per vergogna
  • sensazioni di disagio nei confronti del comportamento bulimico
  • abbuffate che si verificano almeno 2 volte la settimana per circa 6 mesi

Al termine delle abbuffate spesso il soggetto avverte un forte senso di colpa o di vergogna. A differenza di disturbi come la bulimia nervosa, non vi è il ricorso a condotte di eliminazione, come ad esempio il vomito.

Se questi sono i sintomi per riconoscere il problema del binge eating, quali sono i fattori che possono scatenarlo?

Alla base di questo comportamento vi sono fattori:

  • Affettivi
  • Genetici
  • Neuroendocrini
  • Sociali

Fattori affettivi

Come si può intuire, le esperienze di vita infantile possono agire sul comportamento alimentare. Stati depressivi dei propri genitori, tendenza all’obesità o continui commenti rispetto alla forma e al peso agiscono sul comportamento rispetto all’alimentazione. Dietro le abbuffate da Binge eating vi è il tentativo di una fuga emotiva e l’incapacità di gestire gli impulsi. Per questo, simili comportamenti sono spesso accompagnati da altre tendenze come tossicodipendenza, autolesionismo, etilismo e promiscuità sessuale. Rispetto ad altri disturbi alimentari, in questo caso, la canalizzazione del pensiero sul cibo, l’aspetto o la forma è meno spiccata.

Fattori genetici

Rispetto al fattore genetico, gli studi dimostrano che sono maggiormente colpite le persone che hanno almeno un parente di primo grado che soffre di questa patologia.

Fattori neuroendocrini

Dietro alle grandi abbuffate, la ricerca dimostra che possono esserci anche fattori ormonali. In particolare sono stati studiati fattori quali insulina, adiponectina, leptina, grelina e cannabinoidi.

Fattori sociali

Vi sono poi fattori sociali che possono favorire la tendenza al Binge eating e altri disturbi dell’alimentazione. Ecco alcuni esempi. La pressione sociale per la magrezza, l’uso del cibo da parte dei genitori come ricompensa per i bambini, l’esposizione fin da piccoli a continui commenti sull’aspetto fisico.

binge eating donna

Come curare il Binge eating

Qual è il trattamento da mettere in atto per curare questo disturbo? Per un simile problema, occorre un approccio multiprofessionale integrato. Una cura efficace del disturbo deve prendere in considerazione l’intervento di tre figure che andranno a curare la parte medico-internista, quella nutrizionale e quella psicologica.

Il punto di partenza dovrà essere una rieducazione nutrizionale. È importante che il paziente prenda consapevolezza del proprio corpo e venga rieducato ad uno stile alimentare sano e corretto. La cura dovrà prevedere l’eliminazione di cibi spazzatura ed un percorso per riconoscere la fame fisica da quella psicologica. Con l’intervento dello psicologo, il paziente dovrà imparare a separare le emozioni dal cibo e gestire il mondo affettivo con altri mezzi, senza abbandonarsi all’impulso di mangiare. Un soggetto che soffre di Binge eating dovrà essere educato ad uno stile di vita salutare che possa ridurre problemi internistici legati all’obesità.

Master in Psicologia del comportamento alimentare

Ora che abbiamo visto cos’è il Binge eating, come si manifesta e come curarlo, entriamo nello specifico della proposta Unicusano. Il nostro Ateneo ha attivato un Master di II Livello in Psicologia del comportamento alimentare. Obiettivo del Master è formare operatori esperti in Psicologia del comportamento alimentare in possesso di competenze necessarie ad acquisire informazioni utili all’analisi del problema.

Il Master è rivolto a studenti in possesso di laurea magistrale in psicologia e laurea in medicina.

Ha una durata annuale di 1500 ore di impegno complessivo, corrispondenti a 60 cfu e si svolge in modalità e-learning tramite la piattaforma di Unicusano.

I corsisti del Master potranno operare per fornire:

  • prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare
  • sostegno psicologico ai pazienti e ai loro familiari
  • consulenze ai genitori di bambini che presentano rifiuto per il cibo
  • supporto all’educazione alimentare

Come avrai intuito, si tratta di una tematica molto delicata che richiede una grande preparazione da parte di figure professionali coinvolte nella cura del disturbo. Se desideri operare in questo settore, una laurea in Psicologia seguita dal nostro Master può essere il percorso giusto da fare.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali