informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Curare l’alimentazione degli studenti universitari, i consigli di Unicusano

Commenti disabilitati su Curare l’alimentazione degli studenti universitari, i consigli di Unicusano Studiare a Siracusa

Lo staff dell’Università Niccolò Cusano di Siracusa, in vista delle imminenti festività natalizie, vuole fornire un piccolo vademecum su come curare l’alimentazione degli studenti universitari.

Curare l'alimentazione degli studenti universitari

Questo, infatti, è un periodo dell’anno in cui si tende ad esagerare con il cibo mentre dovrebbe essere considerato maggiormente come un momento di transizione e preparazione psicologica e fisica agli esami di gennaio e alla ripresa delle lezioni.

È questo il motivo per cui, pur concedendosi qualche sfizio in occasione del pranzo di Natale e del cenone di Capodanno, è bene non abusare.

Infatti, curare l’alimentazione degli studenti universitari è importante per curarne il benessere.

Un fisico tonico e in forma e una mente sgombra dall’eccessivo stimolo degli zuccheri sono il miglior modo per affrontare al meglio gli esami e lo stress universitario in genere.

Ma quali sono le regole da seguire per curare l’alimentazione degli studenti universitari? Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Siracusa ha voluto fornire alcuni preziosi consigli sulla dieta da seguire (anche durante le vacanze di Natale!).

4 consigli per curare l’alimentazione degli studenti universitari

La giornata di un universitario è caratterizzata da cinque momenti da dedicare al cibo (colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena) e per ognuno di questi è bene seguire delle semplici regole. Vediamo insieme i consigli forniti dallo staff dell’Università online Niccolò Cusano…

Non saltare mai la colazione

La colazione è il primo e principale pasto della giornata: serve a dare la carica necessaria per affrontare la giornata e per questo non va mai dimenticata quando si tratta di curare l’alimentazione degli studenti universitari.

Nello specifico, è bene sedersi per qualche minuto, sorseggiare un succo d’arancia o un bicchiere di latte macchiato, accompagnando il tutto con un frutto e qualche biscotto.

Via libera anche a dolci fatti in casa come il classico ciambellone della nonna. Sotto Natale, ma solo qualche volta, è possibile anche concedersi il lusso di immergere nella tazza di latte caldo una fetta di panettone o pandoro.

Spuntini: occhio alla qualità

A metà mattina e metà pomeriggio è buona norma fermarsi qualche minuto e concedersi uno spuntino.

I cibi migliori per questi “break” sono la frutta o uno yogurt magro. Assolutamente vietati gli snack da macchinetta come merendine confezionate o cracker eccessivamente salati.

Gli spuntini sono fondamentali per mantenere “acceso” il cervello
in modo tale da tenere alto il livello di concentrazione.

Unico sfizio: un quadratino di cioccolata extra fondente.

Pranzo: via libera alla dieta mediterranea

Il pasto centrale della giornata non deve essere eccessivamente pesante e, soprattutto, è bene scegliere alimenti di facile digestione.

È buona norma optare per una pasta ben condita abbinata a una carne ai ferri accompagnata da verdure cotte oppure un’insalatona.

Considerando che durante il pomeriggio si dovrà continuare a studiare, è importante non “sovraccaricarsi” di cibo. Mangiare troppo, infatti, porta un senso di pesantezza, stanchezza e debolezza che – certamente – non favorisce lo studio.

Cena: meglio non esagerare

La cena va considerata come un pasto importante, assolutamente da non saltare. Evitare di mangiare a cena crea solo uno squilibrio a livello di metabolismo.

Saltare la cena, infatti – spiega lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Siracusa – non è un modo per dimagrire, anzi! Il rallentamento del metabolismo provocato dal digiuno porta ad un perdita della massa magra e ad un accumularsi di massa grassa.

Inoltre, saltare la cena può portare i sintomi classici del digiuno quali stanchezza e debolezza.

È anche opportuno ricordare che con l’arrivo della sera, il metabolismo ha un rallentamento naturale, in quanto il corpo si prepara al riposo notturno.

Mangiare troppo nelle ore serali porta naturalmente il corpo a trasformare tutto il cibo in “scorta”, quindi in riserve adipose.

Acqua: almeno 1,5 o 2 litri al giorno

Infine, per curare l’alimentazione degli studenti universitari è bene ricordare che bere almeno 2 litri d’acqua al giorno contribuisce ad eliminare le tossine dagli organi vitali e a favorire il trasporto dei nutrienti verso le cellule.

La carenza d’acqua, anche se non procura effetti visibili sul momento, può causare disidratazione, una condizione che non permette al corpo di funzionare regolarmente. Anche uno stato di disidratazione leggero può causare affaticamento e senso di stanchezza e, per questo, pregiudicare la concentrazione e l’efficacia dello studio.

Inoltre, bere acqua aiuta a regolare lo stimolo dell’appetito e a favorire il senso di sazietà, allontanando il senso di fame e portando alla riduzione di porzioni di cibo troppo abbondanti.

In ultimo, è importante ricordare che basta un bicchiere d’acqua per migliorare la concentrazione.

Infatti, bere un bicchiere d’acqua prima di affrontare una sessione di studio, permette al cervello di ricaricarsi e di migliorare le nostre capacità cognitive, rendendo più concentrati e attenti. Le necessità idriche del cervello non sono assolutamente da sottovalutare!

Buon appetito a tutti!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali