informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa sono le intolleranze alimentari e come riconoscerle

Commenti disabilitati su Cosa sono le intolleranze alimentari e come riconoscerle Studiare a Siracusa

Molto spesso capita di soffrire di disturbi ricorrenti come gonfiore, cefalea, capogiri o avvertire una sensazione cronica di stanchezza o insonnia. Altre volte possono verificarsi dermatiti, improvvisi cambiamenti di peso e di umore. Il più delle volte dietro a questi sintomi si nascondono cause legate ad intolleranze alimentari.

Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Siracusa vuole affrontare questo tema per capire cosa sono le intolleranze e come riconoscerle. Si tratta infatti di un fenomeno in forte crescita, da non sottovalutare.

Se sei curioso e vuoi saperne di più, ti invitiamo a leggere.

Intolleranze alimentari: cosa sono

Per prima cosa cerchiamo di capire cosa sono le intolleranze alimentari e in cosa si differenziano dalle allergie. Spesso infatti si crea confusione tra i due termini. Proviamo a fare chiarezza.

Distinzione tra allergie e intolleranze

L’allergia è una reazione immediata e acuta dell’organismo in risposta all’introduzione o al contatto di sostanze irritanti chiamate allergeni.

Polveri, pollini, profumi, vaccini, ma anche cibi come latte, crostacei, frutta, uova possono scatenare una reazione allergica immediata. Ciò accade perché alcuni speciali anticorpi (IgE) che si trovano nel sangue entrano in contatto con gli allergeni e provocano manifestazioni fisiche improvvise.

Di solito le allergie si manifestano a livello respiratorio e cutaneo. In pratica l’allergia è la risposta del nostro sangue rispetto a una sostanza estranea.

L’intolleranza alimentare invece è una reazione lenta e progressiva dell’intestino rispetto a certi cibi. A differenza delle allergie, le intolleranze alimentari rispetto a cibi come uova, grano, latticini, non hanno una manifestazione violenta ed immediata. Al contrario, i sintomi possono presentarsi con il tempo. Di solito si tratta di problemi dermatologici, gastrointestinali e respiratori.

Per diagnosticare l’intolleranza alimentare è molto utile la dieta dell’eliminazione, in modo da verificare se, togliendo certi cibi sospetti, i sintomi si attenuano.

Ora che abbiamo capito la distinzione tra allergia e intolleranze alimentari, vediamo meglio come si manifesta il fenomeno dell’intolleranza e quanti tipi di intolleranze esistono.

intolleranze alimentari gonfiore

Intolleranze alimentari: sintomi e manifestazioni

Abbiamo già detto che l’intolleranza alimentare è una reazione dell’organismo verso certi cibi assunti. Questa reazione non è legata al sistema immunitario o ai suoi anticorpi. Si tratta infatti di una manifestazione graduale del disturbo proporzionale alla quantità di cibo ingerito. Praticamente è come se l’organismo con il tempo si intossicasse man mano che assume quel cibo “nemico”.

Esistono diverse tipologie di intolleranze alimentari, come quelle enzimatiche.

Le intolleranze alimentari enzimatiche si manifestano quando l’organismo non è in grado di metabolizzare alcune componenti dei prodotti alimentari. L’esempio più tipico è l’intolleranza al lattosio contenuto nel latte. Altro esempio di intolleranza dovuta alla carenza di un enzima è il favismo. In altri casi l’intolleranza si manifesta rispetto alla presenza, in alcuni cibi, di sostanze ad attività farmacologica come caffeina e alcol etilico. Altre volte rispetto agli additivi alimentari come conservanti o dolcificanti.

Le intolleranze alimentari di questo tipo possono avere una predisposizione ereditaria.

Come si manifestano le intolleranze alimentari?

I disturbi più frequenti sono a livello gastrointestinale, respiratorio e dermatologico, come già detto. In particolare ecco l’elenco dei sintomi più frequenti per quanto riguarda il sistema digerente:

  • gonfiore addominale
  • flautolenza
  • afte
  • inappetenza
  • appetito eccessivo
  • nausea
  • stipsi
  • diarrea
  • difficile e lenta digestione
  • gastrite
  • iperacidità
  • colite
  • sindrome dell’intestino irritabile

Possono manifestarsi anche cambiamenti di peso e ritenzione idrica.

A livello respiratorio i principali sintomi sono:

  • raffreddore
  • infezioni alle vie respiratorie

Dal punto di vista dermatologico invece si possono manifestare:

  • dermatiti
  • orticaria
  • acne
  • eruzioni cutanee

Molti soggetti soffrono inoltre di disturbi come capogiri, emicrania, sonnolenza, stanchezza cronica, ansia, insonnia e forme lievi di depressione.

In sostanza, i cibi “sbagliati” assunti troppo a lungo e in quantità eccessive diventano tossici e creano un accumulano di sostanze sgradite che danno origine ai sintomi sopra elencati. Il primo organo coinvolto è l’intestino che coinvolge il sistema immunitario e scatena le reazioni.

Quali cibi causano intolleranze alimentari

Qualsiasi cibo, assunto spesso e in quantità elevate, può diventare intollerato, specie dopo una malattia e un abbassamento delle difese immunitarie. Tra i cibi che possono causare intolleranze emergono soprattutto:

  • grano o frumento
  • lattosio e latticini
  • lieviti
  • uova
  • frutta secca
  • soia

Master Unicusano in nutrizione

Dopo questa interessante panoramica sulle intolleranze alimentari, ti ricordiamo la possibilità di iscriverti ad un Master online per diventare un professionista della nutrizione. Si tratta del master di I Livello in Nutrizione Clinica rivolto a medici, biologi, dietisti, psicologi e tutte quelle figure che intervengono nell’ambito della nutrizione.

Il Master ha durata annuale di 1500 ore ed è fruibile in modalità e-learning tramite la piattaforma di Unicusano accessibile 24 ore su 24.

Per saperne di più, consulta la scheda del Master.

Nel frattempo, ora che ti abbiamo mostrato quali sono i sintomi delle intolleranze alimentari, prova a pensare se ultimamente hai avuto uno di questi problemi. Potrebbe essere opportuno un controllo per migliorare la qualità della tua vita.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali