informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Teorema di Bernoulli: quello che c’è da sapere

Commenti disabilitati su Teorema di Bernoulli: quello che c’è da sapere Studiare a Siracusa

Per gli studenti dei corsi di Laurea in Ingegneria dell’Università online Niccolò Cusano di Siracusa, il teorema di Bernoulli è un argomento fondamentale.

Si tratta infatti del teorema più importante per chi studia fluidodinamica.

In questa guida vedremo tutto quello che c’è da sapere sul teorema di Bernoulli ed affronteremo alcuni concetti chiave della fluidodinamica.

Fluidodinamica: che cosa è e cosa studia

Chi studia il principio di Bernoulli sta studiando praticamente una delle nozioni più importanti della fluidodinamica, per essere ancora più precisi dell’idrodinamica, ovvero quella parte della fluidodinamica che si occupa di studiare il moto dei liquidi.

Tutti gli studenti iscritti ad un corso di laurea in ingegneria meccanica si troveranno prima o poi ad affrontare questa materia d’insegnamento. 

Partiamo dalla base e vediamo quindi che cosa significa fluidodinamica.

Come vediamo, la parola è composta da Fluido + Dinamica.

Dando una definizione ad entrambi i termini, possiamo capire facilmente cosa studia la fluidodinamica.

Per fluido si intende qualsiasi sostanza allo stato liquido o aeriforme in cui le molecole hanno una posizione fissa reciproca.

Con dinamica si intende quella parte della meccanica che studia il movimento dei corpi rispetto alle forze che lo producono.

Quindi, per logica, la fluidodinamica è una branca della fisica che studia il movimento dei fluidi (liquidi e gas).

Fluidi ideali e reali: distinzione

I fluidi sono diversi tra loro in quanto le loro proprietà dipendono da pressione, densità, temperatura, velocità e viscosità.

Per ricavare le equazioni che determinano il moto dei flussi si fa ricorso ad un modello teorico di fluido, detto fluido perfetto o ideale.

Un fluido ideale è incomprimibile e non viscoso, è privo cioè di attrito interno.

Al contrario, un fluido si dice reale quando è comprimibile e viscoso.

La viscosità, ossia l’attrito, è quella proprietà che fa la differenza tra i due tipi di fluido. La viscosità ha la tendenza ad ostacolare il moto del fluido imponendo che nelle equazioni del moto vengano introdotti dei termini correttivi che tengono conto della dissipazione dell’energia causata dalla presenza di attrito tra le molecole.

Dai flussi al Teorema di Bernoulli

Ora che abbiamo definito la fluidodinamica e abbiamo scoperto la differenza tra fluidi ideali e reali, passiamo al nucleo della nostra guida e iniziamo con la definizione di teorema di Bernoulli.

Detto anche equazione di Bernoulli, il teorema prende il nome dal suo inventore, il matematico e fisico svizzero Daniel Bernoulli (1700 – 1782), le cui opere sono ancora oggi ampiamente studiate in ambito scientifico in tutto il mondo.

Teorema di Bernoulli: definizione e spiegazione della legge

Il Teorema di Bernoulli riguarda tutti i fluidi ideali, ovvero i fluidi incomprimibili e privi di viscosità cioè di attrito interno, che si muovono in moto stazionario, vale a dire quel moto in cui tutti i punti del fluido che sono presenti all’interno di una sezione di condotto si muovono con la stessa velocità anche se quest’ultima può cambiare in diversi punti del condotto.

Per iniziare ad utilizzare simboli e formule, possiamo dire che il principio di Bernoulli afferma che la somma di questi tre contributi, cioè:

pressione del fluido (indicato con P)

il prodotto tra la densità del fluido, l’accelerazione di gravità e la quota piezometrica (indicato come ρ * g * h)

la metà del prodotto della densità del fluido per la velocità al quadrato (indicata come 1/2 * ρ * v2)

resta invariata lungo tutto il percorso del condotto.

La somma, tradotta in formula, diventa:

P + (ρ * g * h) + (1/2 * ρ * v2) = costante

Come abbiamo visto, il teorema di Bernoulli descrive quindi le condizioni di un fluido ideale all’interno di una tubazione (condotto) senza che su di esso venga effettuato alcun lavoro.

In pratica questo teorema riguarda la conservazione dell’energia meccanica applicata alla fluidodinamica.

Applicazioni del teorema di Bernoulli

Occupiamoci ora delle applicazioni del teorema di Bernoulli. Questo principio si ritrova infatti in molte situazioni quotidiane.

Pensiamo ad esempio ad un uragano. Immaginiamo adesso le case scoperchiate durante questo fenomeno. 

Come mai il vento riesce a portare via il tetto dalle case? 

La spiegazione sta nel fatto che fuori casa il vento soffia ad altissima velocità, mentre l’aria interna alla casa è statica e la sua velocità è praticamente nulla. Quindi cosa succede? Accade che dove la velocità è maggiore, la pressione è minore rispetto alla normale pressione atmosferica che si trova in casa.

bernoulli_uragano

Il tetto subisce quindi una differenza di pressione tale che lo spinge dall’interno verso l’alto. Nel caso dell’uragano la forza è così grande da staccare e portare via il tetto.

Pensiamo adesso ad un gesto che facciamo ogni giorno, la doccia.

Se usate la tenda al posto del box doccia, vi è mai capitato di avvertire una sensazione di gelo nel momento in cui la tenda si appiccica al corpo?

Anche qui l’equazione di Bernoulli ci dà una risposta. All’interno della doccia l’aria calda ed il vapore sono leggeri e vanno verso l’alto, l’aria all’esterno della doccia è ferma. Quindi all’interno la pressione è minore e la tenda viene risucchiata verso l’interno.

Il teorema di Bernoulli ci insegna quindi che ad una velocità più bassa corrisponde una pressione più alta e viceversa ad una velocità più alta corrisponde una pressione più bassa. 

Visto come concetti molto articolati trovano sempre una dimostrazione nella vita quotidiana? Speriamo che questi esempi e dimostrazioni ti abbiano aiutato a capire meglio cosa dice il Teorema di Bernoulli.

Nel frattempo, se stai studiando questa materia o sei interessato ad iscriverti presso l’Università Niccolò Cusano di Siracusa, scopri come sfruttare al meglio la nostra laurea magistrale in ingegneria meccanica. 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali